Passa ai contenuti principali

Che cosa ho scoperto leggendo il libro: La bicicletta nera


In questo periodo di sincronicità, tra corsi e presentazioni alla Ubik, mi sono immersa nel mondo letterario e tra le tante persone che ho conosciuto c'è Stefania Nosnan scrittrice storica/romantica.
La simpatia e stima reciproca ha portato il desiderio di condividere assieme la serata di presentazione del suo ultimo libro: La bicicletta nera.

La storia si snoda nel periodo della seconda guerra mondiale, il filo conduttore è l'incontro di un giovane soldato e una ragazza, l'amore che sboccia nei due giorni assieme e il viaggio che dovranno affrontare per ritrovarsi.
Non è solo un romanzo d'amore ma anche un romanzo storico: le descrizioni di guerra sono intense e sconvolgenti, i luoghi descritti sono reali come la storia dei due protagonisti.
Infatti Stefania Nosnan ha preso ispirazione dal vissuto di un soldato udinese e ne ha raccontato l'incontro d'amore e le vicissitudini.
E' una storia che racchiude grandi valori: amore, coraggio, sacrificio, resilienza.
Leggendo mi chiedevo come due giovani soli in mezzo alle vicissitudini della guerra e della povertà, siano riusciti ad affrontare tanta sofferenza.
Poi nel racconto ho trovato un particolare che mi ha colpito e fatto riflettere.
I due giovani innamorati prima di separarsi si sono fatti due fotografie, da tenere come ricordo dei giorni assieme. Nei momenti difficili, si parlavano attraverso questa foto, che diventa il simbolo per darsi speranza, conforto e resistere nei momenti più bui.

Nel coaching si chiama Vision, è quell'immagine che racchiude che cosa è fondamentale per la tua vita: l'insieme dei valori, delle speranze e dei sogni per una vita felice.
Avere chiara la tua Vision, dà un senso alla tua vita e ti permette di sapere quali passi fare e in quale direzione, ti aiuta nelle scelte e ti dà forza nei momenti di avversità.

Come trovare la tua Vision?
Il primo passo è diventare consapevole dei tuoi valori, di che cosa è fondamentale nella tua vita.
Essere sincero con te stesso e chiederti:
  • quale vita ti farebbe realmente felice?
  • quale sarebbe il tuo lavoro ideale?
  • con quali persone vorresti condividere le tue giornate?
  • in quale luogo ti piacerebbe abitare?

Sono domande scomode ma ti aiutano a delineare la mappa per la tua fotografia.
Se non ami scrivere puoi confezionare la tua Vision come descritto in un mio post precedente.

I vantaggi che ne ricavi nel farlo sono tanti:
  • hai un obiettivo chiaro
  • ti aiuta quando devi compiere delle scelte
  • ti ispira e dà forza nei momenti difficili

Il libro La bicicletta nera mi ha fatto riflettere sull'importanza di trovare la fotografia da cui trarre forza, coraggio, determinazione.
Letteralmente, può salvarti la vita.
Qual è la tua fotografia?

Commenti

Post popolari in questo blog

FAI SEMPRE QUELLO CHE HAI PAURA DI FARE

Quando mi allenavo con la bicicletta il mio papà mi teneva per il sellino per imparare a stare in equilibrio, avevo paura di cadere ma volevo anche scoprire cosa si provava a correre da sola. Ho avuto il coraggio di dirgli di lasciarmi andare quando: avere papà che mi teneva per evitare di farmi male era per me una costrizione più che una sicurezza. Senza saperlo ero uscita dalla mia zona comfort e sono cresciuta un po'!


Oggi ho fatto una pedalata fuori dalla mia comfort zone.
Camminavo per la città, il passo sicuro come chi sa dove deve andare, la testa persa nei miei pensieri, guardavo le vetrine senza vedere nulla, nella pancia la sensazione delle formiche che corrono quando si disperdono nella tovaglia del picnic. Anche se facevo finta di niente avevo i segnali di quando sto andando oltre la mia bolla di sicurezza.
Ogni volta che sperimentiamo una situazione nuova o intraprendiamo qualcosa di diverso dalla solita routine proviamo sensazioni di disagio, stress o anche panico.

Sentirti una modella per un giorno

Ti capita di rinunciare a fare delle foto perché pensi di venire male?

Io l'ho sempre evitato quando era possibile, convinta di non essere fotogenica e che farmi fotografare sarebbe stato imbarazzante.
Al Master ho avuto la fortuna di conoscere Alessandra, una fotografa che ha saputo raccontarmi la preparazione e il rapporto che si crea assieme al fotografo quando si decidono gli scatti e rassicurarmi sulla infondatezza delle mie paure.
Per realizzare il mio sito ho deciso di affrontare questa convinzione negativa di apparire male in foto e mi sono affidata e fidata di:
Alice, la make up artist: mi ha coccolato e ha saputo mettere in luce i miei lineamenti. Non mi ha trasformata ma valorizzata. Benedetta, la fotografa: mi ha distratta dai miei pensieri e guidata nel mondo delle modelle, mi sono divertita e lasciata avvolgere dall'atmosfera.
Ho così scoperto la bellezza di stare davanti all'obiettivo.
Questa esperienza mi ha fatto comprendere ancora una volta l'importanz…

Il colore è il potere che influenza direttamente l'anima. Kandinsky

Ruba tutti i colori del mondo e dipingi la tela della tua vita eliminando il grigio delle paure e delle ansie. Abbandona i tuoi vecchi abiti mentali e vestiti di allegria. Omar Falworth


Se ti capita di: amare un colore che poi addosso non ti convince non sapere quali sono le tinte che ti stanno meglio preferire una tonalità ma poi non trovare mai qualcosa con cui abbinarla
Allora forse non conosci il potere dei colori per valorizzarti e comunicare chi sei.
L'artista Pierre Bonnard diceva: “Il colore non aggiunge una qualità gradevole al disegno, la rinforza"
Le tonalità che decidi di indossare contribuiscono a comunicare i tratti della tua personalità. Conoscere il linguaggio del colore ti da il potere di definire e valorizzare chi sei e comunicarlo con decisione a chi ti guarda.
I colori sono strettamente connessi con l'animo umano, portano alla luce o nascondono le tue emozioni, come diceva Pablo Picasso: “I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni.…